I cari vecchi bigliettini di carta

Come paragonare l’emozione di leggere e decifrare frasi tenere e colme di emozioni impresse in modo indelebile su un foglio di carta; con il freddo e statico schermo di un computer o di uno smartphone!

Il profumo unico ed inconfondibile della carta stampata (come non ricordare il profumo di petrolio delle figurine di 35/40 anni fa) che, ti cattura e ti ipnotizza, generando sensazioni uniche ed insostituibili. Come non soffermarsi a guardare l’andatura unica e morbida delle curve generate dalla penna e calcate dalla mano dello scrivente, sul sottile foglio di carta o sul colorato cartoncino dei bigliettini augurali.

Fare gli auguri con la carta
Ricevere gli auguri di Natale con un bigliettino di carta è fantastico

Tutte queste sensazioni stanno pian piano scomparendo, cedendo il passo alle ormai diffusissime e-card che vengono messe a disposizione degli utenti, già precompilate e con tutta una serie di frasi per le più svariate occasioni; dai compleanni agli onomastici, da Natale a capodanno, dalle frasi di commemorazione a quelle di un colloquio di lavoro. Per la realizzazione di una e-card, non è richiesta alcuna azione se non quella di scelta e relativo invio. Si perde così (a mio avviso) l’anima stessa della comunicazione.

Ho perso più tempo a tenere in mano (facendo scivolare le pagine tra le dita, come a rilevarne le imperfezioni) questi bei bigliettini ricevuti a Natale che, a leggere una email.

Grazie

Condivisioni

Una risposta a “I cari vecchi bigliettini di carta”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *