Blog

L’ipocrisia: questa nota sconosciuta

I comportamenti di ipocrisia sono ormai diventati una consuetudine

Fingere con ipocrisia di lottare per qualcosa per poi, raggiunto il risultato, abbracciarne un’altra completamente diversa

  • Accusare qualcuno di qualcosa pur avendo fatto la medesima cosa, anni prima
  • Esprimere un parere e dare un giudizio spassionato davanti a qualcuno per poi, esprimerne un’altro davanti alla platea
  • Salvare poche persone pagando ricatti milionari cagionando però la condanna per milioni di persone a morire di fame e di stenti
  • Effettuare il giuramento di Ippocrate per poi, dedicarsi esclusivamente a profitti e vantaggi economici a discapito della salute di pazienti e malati
  • Abbandonare una corrente politica, denigrandola e criticandola per poi aderire sotto altro nome e sotto una nuova identità alla stessa bandiera politica
  • Invocare una determinata soluzione economica, per poi rinnegarla quando tocca a se stessi attuarla e mettere in pratica
  • Schierarsi a difesa della Democrazia, ancorandola a riforme a colpi di fiducia mascherando gli stessi come volere del popolo
  • Combattere qualcosa di deleterio ma di altamente redditizio, promuovendola poi con strategie occulte, manovre velate e scelte oculate!
  • Difendere la famiglia attaccandone poi però i singoli componenti e categorizzando famiglie A e famiglie B a seconda di questo o di quell’altro parametro
  • Imporre qualcosa al popolo assicurandosi però di non esserne coinvolto
  • Sbandierare propositi ed obbiettivi per far colpo sugli elettori, per poi fare i propri comodi una volta eletti e seduti su poltrone e scanni
  • Dire che qualcosa procede positivamente, ignorandone gli effetti devastanti, soltanto per enfatizzare qualche riscontro positivo decimale o centesimale
  • Affermare che si è in uno stato libero quando poi viene negata la propria difesa e la propria legittimità a diritti e libertà
  • Ostentare povertà e sofferenza e cibarsi quotidianamente di vantaggi e privilegi economici

Il populismo secondo il mio pensiero

Il significato di populismo secondo la mia personale interpretazione

La propensione e la tendenza malsana che si instaura all’interno della classe politica governante, atta alla focalizzazione dei propri obbiettivi ed all’accrescimento del potere e del dominio, facendo leva sulle classi più deboli, i soggetti svantaggiati ed il concetto di integrazione sociale; per poi assoggettare intere masse ed interi  popoli al loro consenso. Il populismo contiene ed assembla al suo interno il fine principale di generare consensi e condivisione ma con la nefasta conseguenza finale di mettere in pericolo la libertà e la Democrazia.

cosa significa populismo
Il vero significato del termine populismo

Qualche piccolo esempio:

  • Rendere una informazione alla popolazione, modificando contesti ed ordini cronologici per l’ottenimento di un obbiettivo
  • Enfatizzare singole violenze, ignorandone altre centinaia solo per far leva su questioni razziali
  • Usare dei termini per etichettare una determinata azione ed usarne altri per la medesima azione avvenuta in altro contesto
  • Omettere frammenti di realtà per evitare che il popolo possa collegare la cronologia degli eventi

La conseguenza? Eccola così spiegata

  • Se ci sono da salvare due persone in pericolo di vita: un italiano ed una persona in accoglienza; il populista salva prima quello in accoglienza (perchè teme che salvando per primo l’italiano, gli si possano attribuire intenti razziali)  e poi l’italiano…se lo trova ancora in vita!

Affermazioni che mi hanno colpito!

Affermazioni e descrizioni ad effetto.

L’altro giorno ho visto un programma televisivo che si occupa di raccontare le realtà dei nostri quartieri più difficili, le realtà locali e dei quesiti irrisolti della nostra politica e della nostra società attuale. Nel corso della narrazione delle varie storie raccontate e della loro descrizione, tre affermazioni però mi hanno particolarmente colpito:

    1. Affermazione fatta da un falso pentito di mafia: la mafia ti fredda con un colpo di pistola alla testa; Lo stato ti ammazza lentamente
    2. Quella fatta dal cronista: Omicidio di Falcone e Borsellino; vi sono stati troppi depistaggi, molte false testimonianze ed accuse mosse da falsi pentiti mai riscontrate!
    3. Dichiarazione fatta da un giornalista minacciato dalla mafia: registra pure e denunciami pure; tanto non mi faccio nemmeno un giorno di galera!

In queste semplici affermazioni, a mio avviso, è racchiuso tutto il malessere, tutto il male e tutte le criticità mai seriamente affrontate, del nostro Paese